You are here: Home

AVVISO PER LA CONCESSIONE DEL SUOLO PUBBLICO PER L'ISTALLAZIONE E LA GESTIONE Dl DISTRIBUTORI AUTOMATICI Dl ACQUA POTABILE, NATURALE E GASSATA.

PDF Print E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Thursday, 04 May 2017

Il Responsabile Area Tecnica Lavori Pubblici

(Decreto Sindacale n. 7 del 12.07.2016)
Richiamata la Delibera di Giunta Comunale n. 217 del 28.11.2016 avente ad oggetto: "Proposta di installazione e gestione di erogatori di acqua potabile. Atto di indirizzo";

Dato atto che l'iniziativa nasce con l'intento di valorizzare ed incentivare l’utilizzo dell’acqua potabile avvicinando l’utenza all’uso dell’acqua pubblica di rete e conseguentemente diminuendo il conferimento, nella raccolta differenziata di contenitori per liquidi in plastica, abbassando di conseguenza gli impatti;

RENDE NOTO CHE

il Comune di Porto Azzurro intende procedere con la stipula di un contratto finalizzato alla concessione del suolo pubblico per anni 3 per l'installazione e gestione di n. 1 distributore automatico di acqua alla spina.

La fornitura e posa in opera dei distributori e delle relative strutture, comprensive di opere elettroidrauliche, edili e allacciamenti, saranno a carico del concessionario.

Saranno altresì a carico del concessionario i costi di gestione del servizio (inclusi tutti gli interventi di manutenzione, consumi).

1.OGGETTO DEL PRESENTE AVVISO

Indagine esplorativa per l'individuazione degli operatori economici da invitare ad una successiva procedura negoziata per la concessione del suolo pubblico in zona successivamente indicata nel territorio comunale, per l'installazione e la gestione di n. I distributore automatico di acqua alla spina, finalizzato alla vendita diretta al consumatore finale.

Il distributore dovrà avere le seguenti caratteristiche minime:

-l’acqua erogata dovrà essere microfiltrata, refrigerata, sia naturale che gassata, e la distribuzione dovrà essere garantita 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana;

-l’impianto dovrà essere dotato di erogatori distinti e autonomi;

-la qualità dell'acqua dovrà essere garantita non solo da filtri, ma da un sistema di sterilizzazione a raggi ultravioletti che ne garantiranno la sanificazione completa;

-l’impianto dovrà prevedere anche la possibilità di poter rifornire piccole "taniche";

-i sistemi di sanificazione dovranno essere garantiti in servizio;

-dovranno essere affissi ai distributori e fornite in copia all'Amministrazione Comunale i risultati delle analisi chimico-fisiche dell'acqua con cadenza mensile;

-i becchi di erogazione, a salvaguardia dell'igiene, non dovranno essere raggiungibili dalle mani;

-deve essere consentito il pagamento dell'acqua prelevata tramite tessera/chiavetta fornita direttamente dalla Ditta con ricarica del credito sulle tessere/chiavette suddette e con accettatore di monete e banconote;

-tutti gli impianti dovranno essere debitamente certificati a norma di legge.

Il concessionario sarà obbligato, entro 30 giorni dalla stipula del contratto, alla presentazione ai competenti Uffici comunali della documentazione necessaria all'ottenimento dell'occupazione di suolo pubblico, nonché ottenere preventivamente le dovute e necessarie autorizzazioni previste per legge. La struttura dovrà essere installata entro i successivi 60 giorni dalla presentazione della documentazione di cui al precedente comma.

E' a carico del concessionario la realizzazione delle platee d'appoggio e la relativa sistemazione dei terreni su cui verranno installati i distributori.

Sarà cura del concessionario realizzare tutti gli allacciamenti nel pieno rispetto di tutte le normative di sicurezza vigenti e curarne la manutenzione ed il corretto funzionamento affinché sia precluso qualsiasi danno al territorio comunale e garantita la sicurezza a persone o cose.

È a carico esclusivo del Concessionario la cura, la manutenzione e la buona tenuta estetica della struttura, nonché la pulizia della stessa e dell'area di pertinenza.

Sono altresì a carico del Concessionario:

-costi consumo acqua;

- costi consumo energia elettrica;

-stoccaggio bombole CO2;

-servizio riempimento CO2;

-assistenza per eventuali guasti;

-aggiornamenti tecnici;

-manutenzione periodica secondo piano di autocontrollo interno;

-cambio filtri secondo piano di autocontrollo interno;

-sanitizzazione periodica secondo piano di autocontrollo interno;

-analisi batteriologiche presso laboratorio certificato;

-effettuate con cadenza in base a piano di autocontrollo interno;

-comunicazione alle ASL di avvenuta installazione;

-ritiro dell'incasso;

- assicurazione su eventuali danni alla struttura;

-adempimenti fiscali/amministrativi;

-grafica del punto acqua comprensiva di istruzioni all'uso, stemma del Comune e numero telefono per assistenza tecnica.

È fatto obbligo al concessionario di munirsi delle abilitazioni necessarie al regolare espletamento dell'attività commerciale, nonché dell'osservanza di tutte le disposizioni di legge commerciali,  fiscali e di sicurezza regolanti la materia.

L'erogazione dell'acqua potabile è di competenza del soggetto gestore del servizio al quale spetta garantire l'erogazione dell'acqua senza interruzioni, fatte salve eventuali cause di forza maggiore.

L'ente gestore è inoltre responsabile della qualità dell'acqua secondo le normative vigenti ed è competente ad effettuare i necessari controlli.

Il Concessionario si impegna a vendere l'acqua, sia naturale sia gassata, al prezzo massimo di € 0,05 al litro e a mantenere obbligatoriamente invariato tale prezzo per tutta la durata della concessione del suolo pubblico.

L'incasso dei proventi derivante dalla vendita di acqua sarà di pertinenza del concessionario.

Il concessionario assume ogni responsabilità sia civile che penale derivante dall'espletamento dell'attività di cui al presente atto.

Il Comune è sollevato da ogni responsabilità per qualsiasi danno a persone o cose conseguenti alle attività poste in essere dal concessionario.

Il concessionario dichiarerà di aver stipulato idonea polizza assicurativa, con assunzione di relativa responsabilità civile e penale.

Il contratto vincolerà le parti dalla data di stipula per 3 anni.

Al termine della concessione il concessionario dovrà eseguire, a suo totale carico e senza diritto di rimborso di alcuna spesa, i lavori occorrenti per la rimozione delle strutture garantendo il ripristino dello stato dei luoghi anteriori alla concessione stessa.

La decadenza del contratto, con conseguente estinzione del diritto di occupazione, avverrà qualora:

  • Siano realizzate opere difformi da quelle presentate a corredo della documentazione approvata;
  • La struttura non sia mantenuta in perfetto stato di pulizia e manutenzione;
  • Siano accertate, da parte dell’ASL o da altri organi o enti di controllo, gravi violazioni (escluse cause ordinarie) alle norme di igiene dell'alimentazione;
  • Non vengano presentate le richieste per l'inizio dell'attività e non vengano installati gli impianti entro i termini di cui sopra;
  • Non vengano rispettati gli obblighi contrattuali e gli impegni inerenti il prezzo di vendita di cui sopra.

La decadenza è dichiarata, previa diffida, con provvedimento del Responsabile Area Tecnica Lavori Pubblici del Comune di Porto Azzurro.

2.REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

Possono presentare la propria candidature le ditte in possesso di iscrizione alla C.C.I.A.A. per l'esercizio dell'attività oggetto del presente avviso e in possesso dei requisiti di ordine generale previsti dall'art. 80 del D.Lgs. 50 del 18/04/2016.

I requisiti di partecipazionedovranno essere conformi al D.M. 174/04 e s.m.i. (Ministero della Salute). L'appaltatore dovrà essere in possesso, oltre ai requisiti generali previsti per Legge, anche degli Attestati di Abilitazione HACCP.

3.MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

La candidatura dovrà essere contenuta in un unico plico, debitamente chiuso e controfirmato sui lembi di chiusura, indirizzato a:"Comune di Porto Azzurro, Ufficio Lavori Pubblici, Lungomare Paride ADAMI, già Banchina IV Novembre, 19, 57036 Porto Azzurro LI", recante il nominativo del mittente e, ben evidente, l'oggetto del presente avviso.

II plico dovrà pervenire, a pena di esclusione, al protocollo generale del Comune, inderogabilmente entro le ore 13,00 del giorno 17.05.2017.

Il recapito del plico nel termine indicato rimane comunque ad esclusivo rischio dei mittenti, ove per qualsiasi motivo lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile.

Per la presentazione della propria candidatura i concorrenti dovranno far pervenire una dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000, attestante il possesso dei requisiti di ordine generale e il possesso di iscrizione alla C.C.I.A.A. per l'esercizio dell'attività oggetto del presente avviso, nonché una breve descrizione della società.

4.CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DELL'AREA

Gli operatori economici che avranno presentato la propria regolare candidatura saranno invitati ad una procedura negoziata per la concessione del suolo pubblico, su cui installare i distributori di acqua alla spina e la relativa gestione finalizzata alla vendita diretta al consumatore.

Ove il numero dei partecipanti fosse superiore a 5 si procederà alla selezione dei candidati mediante sorteggio.

Il concessionario sarà selezionato con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa e sarà meglio esplicitato nella successiva lettera di invito.

5.CONDIZIONI Dl TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

a.Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso il Comune di Porto Azzurro e trattati per le finalità di gestione del contratto.

b.I dati forniti potranno essere comunicati ad altri Enti pubblici preposti per legge a ricevere informazioni e interessati alla gestione del contratto.

c.L'interessato gode dei diritti di cui al predetto decreto, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

6.INFORMAZIONI ED AVVERTENZE

a.Si avverte che non saranno prese in considerazione le candidature pervenute, per qualsiasi motivo, oltre il termine stabilito (a tal fine farà fede esclusivamente il timbro di ricezione dell'Ufficio del Protocollo Comunale) ovvero carenti dei dati richiesti.

b.Le proposte presentate a seguito della pubblicazione del presente Avviso Pubblico non vincolano in alcun modo l'Amministrazione Comunale alla loro realizzazione. L'Amministrazione si riserva di sospendere e/o annullare il procedimento per sopravvenute ragioni di interesse pubblico. Si procederà all'assegnazione anche in presenza di una sola offerta valida.

c.L'esito della procedura verrà reso noto tramite pubblicazione all'Albo Pretorio comunale online e sul sito internet del Comune di Porto Azzurro.

d.Responsabile del procedimento è il Geom. Enzo BERTELLI, recapito telefonico 056591626/35. Ulteriori informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti all'Ufficio Tecnico Lavori Pubblici del Comune di Porto Azzurro, Lungomare Paride ADAMI, già Banchina IV Novembre, 19, 57036 Porto Azzurro LI, e-mail: This e-mail address is being protected from spambots, you need JavaScript enabled to view it ;

II presente avviso è pubblicato all'Albo pretorio comunale on-line e sul sito internet del Comune di Porto Azzurro.

Porto Azzurro, lì 02.05.2017
 

RELAZIONE DI FINE MANDATO

PDF Print E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Friday, 28 April 2017
 

ORDINANZA N. 11/2017

PDF Print E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Friday, 28 April 2017

OGGETTO:  DISCIPLINA IN MATERIA DI ACCESSO AI CANI ED ALTRI ANIMALI DOMESTICI  NEGLI ARENILI  DEL  COMUNE DI PORTO AZZURRO.            

I L   SINDACO

VISTA la L.R.T. n. 59 del 20/10/2009 che introduce nuove disposizioni in materia di tutela degli animali ed in particolare il comma 1 dell’art. 19 che consente ai cani, accompagnati dal proprietario, l’accesso a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico, comprese le spiagge, con l’obbligo dell’uso del guinzaglio e della museruola qualora previsti dalle norme statali;

RILEVATO che al comma  1 dell’art. 20 della sopracitata legge, i comuni possono nell’ambito di giardini, parchi, spiagge ed altre aree destinate a verde pubblico, individuare, mediante appositi cartelli e delimitazioni, spazi destinati ai cani, dotati anche delle opportune attrezzature;

RICORDATO che il Comune di Porto Azzurro, con D.C.C. n. 27 del 06.04.2006, ha istituito il servizio di balneazione degli animali domestici individuando in Loc. Mola  una spiaggia attrezzata destinata alla libera fruizione da parte dei cani, senza alcuna limitazione temporale, purché vengano  adottati tutti gli accorgimenti obbligatori per legge e che, inoltre, consente il libero accesso agli animali domestici  anche nell’arenile prospiciente il laghetto di Terranera;

CONSIDERATO quindi necessario provvedere all’adozione di un provvedimento allo scopo di disciplinare l’accesso ai cani sulle spiagge libere non in concessione, allo scopo di prevenire problemi igienico sanitari e tutelare l’ordine pubblico;

RITENUTO altresì che il divieto di cui trattasi, oltre ad essere conforme alla corretta gestione ambientale del territorio, risponde alla tutela igienico sanitaria della popolazione tutta ed in particolare al rispetto e tutela dei minori che utilizzano la sabbia quale strumento di gioco;

Vista la Legge R.T. 20 ottobre 2009 n. 59 ed il relativo Regolamento;

Visto il Regolamento comunale sulla Gestione del Demanio Marittimo;

Visto il Codice della Navigazione ed il relativo Regolamento di esecuzione;

Visto il D.Lgs. 267/2000 e ss.mm.ii. ed in particolare l’articolo 50;

O R D I N A

PER IL PERIODO: 1 Maggio -  30 Settembre di ogni anno

Stagione balnerare

- Il divieto di condurre o far permanere qualsiasi animale, anche se munito di museruola e guinzaglio, sulle aree demaniali marittime libere situate in Loc. La Rossa, Loc. La Pianotta, Spiaggia di Barbarossa, Spiaggia di Reale e Spiaggia di Terranera, fatta eccezione per i cani-guida per i non vedenti ed i cani in possesso di brevetto per il soccorso in acqua. Sia i cani-guida che quelli di soccorso, durante la permanenza in spiaggia, devono essere tenuti a guinzaglio e indossare l’apposita imbracatura, essere coperti da idonea assicurazione per danni a terzi ed essere in regola con le vaccinazioni previste dalla vigente normativa. E’ fatto divieto assoluto di accesso in acqua di qualsiasi animale.

- E’ consentito il libero accesso agli animali domestici in Loc. Mola sulla parte di arenile all’uopo  attrezzato e sull’arenile prospiciente il laghetto di Terranera.

- Nelle aree demaniali marittime in concessione, i Titolari delle concessioni possono, previa comunicazione al Comune, consentire l’accesso ai cani accompagnati dal proprietario/detentore (è ammesso un cane per ogni accompagnatore), con l’obbligo dell’uso del guinzaglio e della museruola, qualora previsto dalle norme statali, salvaguardando comunque l’incolumità e la tranquillità dell’utenza balneare, nonché il decoro e la pulizia dei luoghi.   Durante la permanenza in spiaggia  cani dovranno essere tenuti sopra accessori da spiaggia di proprietà del detentore. E’ fatto divieto assoluto di transito sulla battigia e di accesso in acqua di qualsiasi animale. I Concessionari sono responsabili in solido con i proprietari/detentori dei cani del rispetto della presente disposizione.

PER IL PERIODO: 01 Ottobre -  30 Aprile di ogni anno

- E’ consentito l’accesso agli animali domestici sulle aree demaniali marittime libere con l’obbligo dell’uso del guinzaglio e della museruola, qualora previsto dalle norme statali. I loro conduttori o accompagnatori devono avere al seguito idoneo sistema  per la raccolta degli escrementi che, in nessun caso, devono essere lasciati sulla spiaggia.

Da detto divieto sono esclusi i cani guida per i non vedenti ed i cani in possesso di brevetto per il soccorso in acqua. Sia i cani-guida che quelli di soccorso, durante la permanenza in spiaggia, devono essere tenuti a guinzaglio e indossare l’apposita imbracatura, essere coperti da idonea assicurazione per danni a terzi ed essere in regola con le vaccinazioni previste dalla vigente normativa.

SANZIONI

a)L’inosservanza della presente ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 25,00 ad euro 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D. Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.;

b)Fatta salva l’applicazione di ulteriori sanzioni anche di tipo penale, chiunque non rispetti l’obbligo di utilizzare guinzaglio e museruola, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 100,00 a euro 1.000,00 ai sensi dell’articolo 1164, comma 2 del Codice della Navigazione;

c)Fatta salva l’applicazione di ulteriori sanzioni anche di tipo penale, chiunque non rispetti l’obbligo del possesso di idonei strumenti per la raccolta delle deiezioni oltre che la effettiva raccolta delle stesse, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 80,00 a euro 480,00 ai sensi dell’articolo 40, comma 1 lett. j) della Legge R.T. 20 ottobre 2009 n. 59.

DISPONE

La presente ordinanza deve essere esposta a cura dei concessionari  ed in luogo e modalità idonee per la massima visibilità da parte dell’utenza.

Tale provvedimento è reso noto a tutta la cittadinanza tramite pubblicazione sul sito Web del Comune e all’albo Pretorio.

Gli addetti ai servizi di Polizia Municipale e le altre Forze dell’ordine territorialmente competenti, sono incaricati di far rispettare il presente provvedimento.

L’Ufficio Tecnico Comunale è  incaricato dell’ apposizione della necessaria segnaletica.

INFORMA

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR della Toscana ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (per il quale è dovuto il pagamento del contributo unificato nella misura prevista dall’art. 13,commi 6-bis e 6-bis1,del D.P.R. n. 115/2002 e successive modifiche) rispettivamente entro i termini di 60 e 120 giorni dalla data di notifica.

IL SINDACO

LucA SIMONI

 

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE IN SEDUTA ORDINARIA

PDF Print E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Friday, 21 April 2017

IL SINDACO

RITENUTA la necessità di convocare il Consiglio Comunale in seduta ordinaria in 1ªconvocazione per il giorno 27 Aprile – giovedi – alle ore 08.00 e, in 2ª convocazione per il giorno 28 Aprile  - venerdi -  alle ore 09.30, per la trattazione di alcuni argomenti;

VISTA la Legge n. 81/1993;

VISTO il D.Lgs. n. 267/2000 TUEL;

VISTI gli artt. 20 e 21 dello Statuto Comunale;

AVVISA

che è convocato il Consiglio Comunale in seduta ordinariain 1ª convocazione per il giorno 27 Aprile – giovedi – alle ore 08.00 e, in 2ª convocazione per il giorno 28 Aprile  - venerdi -  alle ore 09.30 per trattare il seguente O.d.G.:

1)Lettura e approvazione verbali sedute precedenti. Nomina scrutatori;

2)Comunicazioni del Sindaco;

3)Rendiconto di Gestione Anno 2016. Approvazione

 
Page 1 of 65