Sei qui: Home

RICHIESTA UTILIZZO IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI NELL'ANNO SPORTIVO 2015-2016

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Martedì 11 Agosto 2015
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

VISTO il vigente Regolamento sull’utilizzo degli Impianti Sportivi Comunali, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 73 del 30/09/2014;

VISTI, in particolare, gli artt. 2, 9 e 10 del citato regolamento aventi per oggetto, rispettivamente:

·Diritto di accesso;

·Formazione del calendario e dell’orario d’utilizzo degli impianti sportivi

·Tariffe

VISTA la deliberazione di Consiglio Comunale n. 70 del 28/07/2015, in fase di pubblicazione, avente ad oggetto: “Disciplina Generale delle tariffe e dei corrispettivi per le fruizioni dei servizi a domanda individuale”, con la quale sono state aggiornate le Tariffe dei canoni d’uso degli impianti sportivi;

INVITA

I Soggetti interessati a presentare apposita domanda di assegnazione per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali.

Le domande, finalizzate all’utilizzo degli impianti sportivi comunali, dovranno essere redatte in carta semplice, su apposita modulistica, scaricabile dalla pagina Albo Pretorio riportata in calce, compilate in ogni parte, datate e sottoscritte, inoltrate entro il termine del 1 settembre 2015, unicamente presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente.

Le priorità nell’assegnazione degli impianti e degli orari per le attività sportive saranno determinate dai criteri indicati nell’art. 2 del vigente “Regolamento sull’utilizzo degli impianti sportivi” e nei limiti della disponibilità degli impianti e orari richiesti.

Le domande pervenute fuori termine saranno prese in considerazione secondo l’ordine cronologico di arrivo, solo in caso di residuale disponibilità di spazi  ed orari all’interno degli stessi.

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), i dati richiesti dal presente avviso e dalla modulistica allegata, saranno utilizzati esclusivamente per le finalità e nei modi previsti dal medesimo avviso e saranno oggetto di trattamento svolto nel pieno rispetto della normativa richiamata e degli obblighi di riservatezza, ai quali è ispirata l’attività dell’Ente.

Il Responsabile del Servizio, competente all’istruttoria delle domande, può essere contattato, per eventuali chiarimenti, al seguente numero telefonico: 0565 921 634

modello di domanda

 

ALLERTA METEO del 09.08.2015

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Domenica 09 Agosto 2015
Si riporta di seguito l'Allerta meteo emanato dalla Regione Toscana il giorno 09.08.2015

allerta meteo

 

RACCOLTA FIRME A SOSTEGNO DEL QUESITO REFERENDARIO PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE DI RIFORMA NAZIONALE DI ISTRUZIONE

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Giovedì 06 Agosto 2015
IL SEGRETARIO COMUNALE
informa che sono depositati presso l'Ufficio di Segreteria Generale i moduli per la raccolta firme a sostegno del quesito referendario in materia di abrogazione della LEGGE DI RIFORMA NAZIONALE DI ISTRUZIONE. 

I Cittadini elettori che intendano aderire all'iniziativa possono recarsI presso l'Ufficio del Segretario Generale tutti i giorni feriali dal lun al ven. dalle ore 10.00 alle ore 13.00 muniti di documento di identitià.

la scadenza è fissata per il giorno 26 settembre 2015
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 06 Agosto 2015 11:08 )
 

ORDINANZA N. 58 DEL 30.07.2015

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Alessandra PACINOTTI   
Venerdì 31 Luglio 2015
ESECUZIONE DI SFALCIO, PULITURA E TAGLIO ERBA, MANUTENZIONE E PULIZIA TERRENI INCOLTI PER PROBLEMI DI IGIENE E PREVENZIONE PER LO SVILUPPO DI INCENDI.

IL SINDACO

Premesso che la stagione estiva comporta un alto pericolo di incendi nei terreni incolti e/o abbandonati con conseguente grave pregiudizio per l’incolumità delle persone e dei beni;

Considerato che da verifiche degli organi competenti è emerso che non tutti i proprietari ed i conduttori di fondi confinanti con le strade comunali e vicinali provvedono ad una adeguata manutenzione del verde, delle ripe e dei propri fondi;

Considerato che la presenza dei terreni incolti e in stato di abbandono, recintati e non, siti all’interno ed all’esterno del centro urbano, ricoperti da vegetazione spontanea, rovi e arbusti, e talvolta oggetto di deposito di rifiuti eterogenei, può provocare per incuria seri problemi di igiene, dando atto alla proliferazione di ratti e di animali nocivi di ogni specie, nonché potenziale causa di incendi, con conseguente pregiudizio per l’incolumità delle persone ed ai beni territorialmente esistenti;

Ritenuta la necessità di effettuare interventi di prevenzione atti a rimuovere le possibili cause di innesco incendi;

Visti:

-Legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del servizio nazionale della protezione civile”;

-Legge 21.11.2000 n° 353 “Legge quadro in materia di incendi boschivi”;

-Legge Regionale 39/2000 e s.m.i. “Legge forestale della Toscana”;

-   Decreto del Presidente della Giunta Regionale 8 agosto 2003, n. 48/r “Regolamento Forestale della Toscana”;

-  D.lgs n° 267 del 18.8.2000 e s.m.i. “Testo Unico Ordinamento degli Enti Locali” ;

-  D.lgs 3. 4. 2006 n° 152 e s.m.i “Norme in materia ambientale”;

- gli artt. 29, 30 e 31 del D.Lgs 30.04.1992 n. 285 Nuovo Codice della Strada e successive modifiche ed integrazioni;

-   Legge n. 689 del 24.11.1981 e successive modificazioni;

O R D I N A

Ai proprietari dei terreni a qualsiasi uso destinati ed a coloro che, per patto contrattuale, siano a qualsiasi titolo conduttori o fruenti degli stessi:

- di procedere agli interventi di pulizia di seguito elencati ai punti 1,2,3,e 4 che dovranno essere comunque effettuati ciclicamente in modo da garantire la perfetta pulizia e manutenzione dei luoghi e in ogni caso entro e non oltre il 30 Maggio di ogni anno, e successivamente ogni qualvolta necessario per non creare turbative e pericolo alla circolazione stradale, non coprire la segnaletica stradale e, quando ricoperti da una folta vegetazione, rovi e arbusti, tale da provocare per incuria, seri problemi di igiene dando atto alla proliferazione di ratti e di animali nocivi di ogni specie, nonché potenziale causa di incendi con conseguente e pregiudizio per l’incolumità delle persone e danni ai beni territorialmente esistenti. Per l’anno in corso il termine è perentoriamente fissato entro e non oltre 15 (quindici) giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza.

  1. Taglio dell’erba e della vegetazione in genere, rimozione dello sfalcio nonchè dei rifiuti, nelle aree private al fine di evitare che, dalla loro mancata cura, esse divengano ricettacolo di animali e parassiti e rappresentino fonte di pericolo per la possibilità di attivazione e propagazione di incendi;

  2. Regolazione  delle siepi, taglio di rami delle alberature e piante e rimozione dello sfalcio, nonché dei rifiuti, nelle aree private site nelle vicinanze di abitazioni, ed in particolare delle aree private prospicienti o che aggettano su strade ed aree pubbliche o di uso pubblico, a tutela della viabilità e della fruizione delle stesse;

  3. Taglio di radici ed in genere di parti arboree che provocano danno alle aree pubbliche, alle sedi stradali e/o a luoghi sottoposti a pubblico passaggio.

AVVERTE

I trasgressori saranno puniti con le sanzioni amministrative previste dalle normative vigenti e nella fattispecie:

- per la mancata pulizia delle aree incolte, una sanzione da € 25,00 ad € 500,00, dell’art. 7 bis del D.lgs. 18.08.2000, n. 267, così come integrato dal D.L. 31.03.2003, n. 50 convertito con legge 20.05.2003, n. 116;

- nel caso di mancata pulizia d’aree incolte interessanti fronti stradali di pubblico transito sarà elevata una sanzione da € 169,00 a € 679,00 determinata ai sensi dell’art. 29 del Codice della Strada. La misura di questa sanzione pecuniaria amministrativa è aggiornata ogni due anni in applicazione del D.lgs n°285 del 30.04.1992.

- per la mancata pulizia delle aree incolte, da rifiuti vari ivi presenti o depositati, sarà elevata una sanzione pecuniaria da €. 300,00 a € 3.000,00 ai sensi dell’art. 255 del D.lgs 152/2006,in caso di abbandono di rifiuti pericolosi la sanzione è aumentata fino al doppio;

- per il caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni e attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio - nel periodo tra 1 Luglio e il 31 Agosto (salvo le possibili modifiche da parte della Provincia di Livorno), sarà applicata la sanzione amministrativa non inferiore a € 1.032,00 e non superiore a € 10.329,00, ai sensi della Legge 353/2000, art. 10.

Gli Ufficiali e gli Agenti della Forza Pubblica sono incaricati di far rispettare la presente ordinanza.

Avverso il presente provvedimento è ammessi ricorso giurisdizionale al Tar della Toscana ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (per il quale è dovuto il pagamento del contributo unificato nella misura prevista dall’art.13, commi 6 –bis e 6-bis 1, del D.P.R. n. 115/2002 e successive modificazioni) rispettivamente entro i termini di 60 e 120 giorni dalla data di pubblicazione all’Albo Pretorio.

IL SINDACO

Luca SIMONI

 
Pagina 1 di 40